Contro cultura

  • La digressione dell’Europa di oggi, dalla Bonino alla Nappi

    (5 min. di lettura) Se gli eredi di Marx, sono proprio i radicali, incarnati dalla Bonino, possiamo dire che il pensiero radical, ormai ha creato due eredità filosofiche (collegate tra loro). La prima è la cancel culture di cui ho già parlato, dove il futuro è possibile solo tramite la distruzione del passato, l’evaporazione del presente,e l’abbattimento di ogni cosa che non rientra nel politicamente corretto, con questa filosofia si…

  • La vita in abbonamento

    (3 min. lettura) Ciò che sta scomparendo nel nostro Belpaese, è il concetto di proprietà, stiamo passando infatti da una catena di consumatori benestanti sempre più nevrotica e attaccata alle proprie ricchezze, a una generazione di personalità liquide,isolate, deboli e totalmente dipendenti dai servizi in abbonamento, basta infatti guardarci intorno per capire ciò che sta succedendo; dal cellulare, alla macchina, dal franchising d’impresa ai marketplace, dai software per il lavoro…

  • La società liquida, e come uscirne

    (5 min. lettura) C’è rimasto qualcosa di solido in questa società? Per quanto possa sembrare delirante il quesito bisogna notare come nel nostro vissuto l’astratto ha il predominio in ogni sua forma: il relativismo assoluto come filosofia incontrastata e tirannica della nostra società, paventata dai radical chic, sbandierata su tutti i giornali, ed imposta tramite un’ottimo sofisma, il lavoro che diventa sempre più online e da remoto, i soldi che…

  • Il padre, la colonna portante della famiglia pt.2

    (4 min. lettura) (link articolo parte 1) Il ruolo del padre è quello anche dell’ordine, è la prima guida, il primo maestro, il primo riferimento, chi “uccide il padre” interrompe la trasmissione e l’eredità, ed ha già chiuso con il futuro, con se stesso e con il presente. Un caro sacerdote del mio paese, sapeva ben spiegare la parabola di Cristo,che ci chiede di diventare bambini per entrare nel Regno…

  • Gli illuministi, l’eterna illusione insegnata a scuola pt. 2

    (5 min. lettura) (link articolo parte 1) 10 La concezione dello stato, la concezione di separare potere e religione, etica e metafisica si rivela una mossa che ha portato l’uomo verso l’abisso. La politica non deve essere guidata totalmente dalla religione e la religione non deve essere guidata dalla politica, sono organi diversi e ognuno deve avere il suo raggio di azione, ognuno ha le sue peculiarità ma non sono…

  • Vuoti di memoria, incoerenze e perdita di senso.

    (4 min. lettura) Una delle vittime della modernità è senza dubbio la perdita di senso dei giorni nostri, una società tecnica che vive nel solo calcolo e negli schemi liberali e giacobini, non vuole avere a che fare con una nozione di senso, semmai con una nozione di consumo e di sicurezze empiriche. Dovrebbero farci riflettere i tanti dati sulle droghe nel nostro paese, ma ci fanno pensare anche le…

  • Il padre, la colonna portante della famiglia

    (4 min. lettura) Nell’Europa dominata dai radical-chic, turbocapitalista, e instagrammosa, la figura del padre è ormai messa fuori gioco. Prima essa era ampiamente disprezzata grazie ai cattivi maestri come Freud e compagni negli scorsi decenni,mentre oggi la figura paterna è omai per lo più ignorata o del tutto dimenticata, essere papà oggi è diventato solo un’attributo nominale ed è uguale ad essere genitore 1 o 2, un puro pseudo-valore relativo,…

  • La vita che passa per il selphie ed i vari like

    (4 min. lettura) Le generazioni si susseguono, eppure ad oggi ci ritroviamo di fronte a un primato, quello delle generazioni non solo dipendenti del giudizio altrui ma ormai schiave dei like e dei selphie. La società degli influencer, dove l’apparire è un lavoro, ed è uno status di privilegiati, non vi è più la prudenza, la soddisfazione, ma il bisogno di doversi mettere in mostra, non si vive più orientanti…

  • Il tempo una maledizione, suddito del mercato, e dell’Europa

    (4 min. lettura) La questione sembra banale, eppure la domande apre ad importanti riflessioni, nell’Europa schiava dei radical chic, dei banchieri e degli euroinomani cosa è diventato il tempo? Semplicemente un servo del mercato e della globalizzazione, il tempo non è più denaro ma è suo suddito, i giorni di festa, quelli della famiglia, quelli dell’unione e dei legami ormai non sono più riconosciuti nei CCNL. La domenica non è…

1 2 3