Tempesta politica

  • Tra regolametazione e libertà, il dominio si fa dei radical chic

    (4 min. lettura) Tra i tanti testi letti della mia biblioteca, c’è un’elemento che mi è saltato agli occhi in queste ultime settimane, è un libro di Danilo Quinto “Pensiero unico e false ideologie” (2017,Solfanelli), e mi ha colpito una sua particolare riflessione in mezzo a diversi articoli (devo dire davvero belli e interessanti). L’autore nel saggio infatti affronta alcuni temi importanti, ma partendo proprio dalla sua esperienza nei radicali,…

  • 10 Luglio 2022 Una nuova opportunità per l’Abruzzo

    (4 min. lettura) In data 10 Luglio 2022, dalle ore 20 30 alle 23 30 presso la Sala Calesita a Montesilvano in via Verrotti 61 si terrà un’importante Forum culturale intitolato: “Sfida alla modernità: motivazioni etiche, filosofiche, metafisiche e culturali che ci portano al dissenso collettivo e al ritorno verso la tradizione”. L’evento coinvolge diversi relatori, ed associazioni tra cui: -Liberiamo L’italia (sez. Abruzzo) -Pro Italia -TNT Studenti&Dinamite -Studenti contro…

  • La politica italiana: la caduta libera di questi anni e da dove si può ripartire

    (6 min. lettura) Tra i tanti personaggi politici abbiamo c’è lui il caro giggino di Maio, quello che può essere considerato in fondo il vero simbolo dell’Italia di oggi, nella sua debacle politica. Il ragazzo era stato votato, negli anni passati, da milioni e milioni di italiani, il sud, e il centro infatti erano diventati un’incredibile area pentastellata che voleva il politico “ribelle” a capo del nostro governo. Il grido…

  • L’era del maccartismo

    (4 min. lettura) Dopo lo scandaloso articolo del Corriere della Sera c’è poco da aggiungere,ormai il giornalismo è morto e sepolto, viviamo nell’era del maccartismo e ormai chi fa informazione sui giornali cartacei si conta sulla punta delle dita (La verità, Cultura e identità ecc. ecc.) la maggior parte di chi fa un buon giornalismo è sbarcato sul web (vedi Byoblu, 100 giorni da Leoni, il Vaso di Pandora ecc.…

  • Il referendum di questi giorni, un chiaro segnale

    (3 min. lettura) Il referendum è stata una vittoria del mainstream e degli europeisti. Chiunque conosce bene le istituzioni di questi tempi diffida molto da esse, e questo referendum forse non avrebbe portato grandi cambiamenti, ma c’è da dire che esso prima di tutto è passato tramite un silenzio dei media, il mainstream ne ha parlato pochissimo, ancora di meno le ragioni del si e del no al riguardo, sembrava…

  • Il Comitato Liberi in Veritate

    (4 min. lettura) Domenica 8/5/2022, alcuni importanti esponenti del Comitato Liberi in Veritate vengono in Abruzzo, per farci conoscere il loro programma. La giornata è grigia, piovosa, tetra, la sala è piena di persone, un silenzio avvolge tutti, e proprio da questo insolito pomeriggio di Maggio esce un risultato straordinario. Per la prima volta, ho visto nella mia vita cosa sia per davvero la politica, o almeno cosa si intende…

  • Su cosa è bello battersi oggi per la sinistra, frisbee oche e targhette

    (2 min. lettura) Curiosando su Facebook, questa mattina mi sono imbattuto in un’immagine, c’era una politica di turno, che con fierezza nel suo ingresso al suo ufficio comunale mostrava in modo solenne che stava rimuovendo la targhetta “assesore” per mettere la targhetta “assesora” con tanto di foto, post fiume, pseudo sorriso non visibile dalla mascherina ma intuibile dagli occhi. Tutto ciò può far sorridere i lettori, ma in realtà fa…

  • Ma che fine hanno fatto i pentastellati?

    (3 min. lettura) Tra i tanti movimenti nessuno ha mai riscosso tanto successo come quello dei 5 stelle, un’onda che ha fatto diventare un neonato gruppo nel giro di pochi anni il partito più votato d’Italia, la forza politica con cui tutti devono fare i conti. L’inizio sembra forte, si parte con i programmi, gli slogan, e le urla, dal vaffa day ai proclami di onestà assoluta. Si presentano come…

  • Ma davvero dobbiamo schierarci?

    (2 min. lettura) In questi giorni, durante la guerra tra Russia e Ucraina che è appena scoppiata, possiamo apprendere che Draghi subito si è schierato dalla parte dell’Unione Europea pronto a tutto: a spedire armi, soldati, a inviare milioni di euro e tutto il resto. In pochissimi giorni il premier ha già deciso, ma era davvero necessario schierarci contro la Russia? Al di là delle cause della guerra, che riguardano…

1 2 3 4